Esposizioni universali, fra innovazioni e accessibilità: CAME ad Expo 2017 Astana International

Esposizioni universali, fra innovazioni e accessibilità: CAME ad Expo 2017 Astana International

Esposizione Universale, o Expo. Un nome che rimanda subito al recente evento di Milano, nel 2015, quando sotto il vessillo tematico di “Feeding the Planet, Energy for Life” 145 paesi si sono riuniti per condividere le loro tradizioni e la loro storia, presentando al contempo le più avanzate soluzioni tecnologiche da loro sviluppate nell’ambito del food e di tutto ciò che riguarda la produzione, distribuzione e il consumo alimentare. Ma Expo 2015 in Italia rientra in una rete più ampia e complessa, quella delle grandi esposizioni tenutesi a partire dal 1851, quando ebbe luogo la prima “Great Exhibition” a Londra. Da allora, il termine ha esteso la sua valenza a tutte le grandi esposizioni, intese come eventi internazionali organizzati per promuovere il networking e il confronto fra individui, aziende e organizzazioni in uno spazio progettato per favorire il movimento, l’incontro e la condivisione su temi di rilevanza globale.

Ed è proprio nella pianificazione e nella gestione operativa dello spazio che CAME è stata chiamata a giocare un ruolo importante: da partner tecnologico di EXPO Milano 2015, CAME è arrivata anche nella capitale del Kazakistan, Astana, dove ha realizzato i sistemi di accessi pedonali e parcheggi per l’esposizione internazionale attualmente in corso.

L’evento, dal tema “Energia del Futuro”, ha avuto inizio il 10 giugno ed è terminato il 10 settembre, con circa 5 milioni di presenze. Dopo l’esperienza all’Expo di Milano, che in soli 6 mesi ha visto il passaggio di oltre 21 milioni di visitatori, CAME ha saputo proporre una soluzione ottimale anche per Astana in occasione della prima esposizione di questo tipo organizzata in Asia centrale: un sistema innovativo, in grado di dialogare con le tecnologie di controllo, sicurezza, sorveglianza e connettività più efficienti presenti oggi sul mercato.

Al centro della piattaforma tecnologica sviluppata da CAME per questa occasione c’era il tornello a tripode XVia, dotato di testa di lettura intelligente, studiata per gestire la grande complessità di dati e di variabili connesse alla lettura di tutti i tipi di titoli d’ingresso e l’elevato numero di periferiche e visitatori. Ha completato la fornitura anche un sistema di parcheggi per gestire l’accesso di abbonati, visitatori, operatori e VIP, una soluzione ottimale per un evento complesso come l’esposizione di Astana.
Attraverso la tecnologia CAME-Connect, è stato inoltre possibile gestire le automazioni presenti sulla piattaforma di Expo 2017 Astana International da remoto, monitorando il sistema di controllo accessi.

Le esposizioni universali sono eventi di grande rilevanza globale, ma soprattutto coinvolgono realtà diverse fatte da individui, aziende e organizzazioni che, interagendo tra loro, garantiscono il successo dell’evento stesso. CAME è una di queste realtà e da anni si impegna nel fornire soluzioni d’avanguardia che vadano incontro ad ogni esigenza, con l’obiettivo di rendere intelligente il mondo nel quale viviamo, senza mai dimenticare il benessere delle persone.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>