Dieci cose che renderanno il futuro un momento fantastico in cui vivere

Dieci cose che renderanno il futuro un momento fantastico in cui vivere

Incerto, imprevedibile, affascinante, il futuro da sempre ci lascia fantasticare su quali saranno le sfide che affronteremo, le comodità che conquisteremo, le possibilità che ci verranno date. I millennials, più di ogni altra generazione, stanno sperimentando l’accelerazione frenetica dello sviluppo tecnologico e dell’era digitale: davanti ai loro occhi, il mondo sta cambiando a una velocità sempre maggiore, stravolgendo la realtà e gli schemi di pensiero a cui erano abituati, segnando una distanza incomparabile con le generazioni precedenti. E ognuno di noi, come loro, ha dovuto adeguarsi e correre alla stessa velocità per rimanere a bordo.
Dopo attimi di incertezza, di disorientamento, di vertigine, è tempo di chiedersi cosa possa rendere il futuro un tempo migliore nel quale vivere, in che modo la tecnologia riuscirà ad anticipare le esigenze dell’uomo, come l’automazione si tradurrà nella soluzione che potrà migliorare la nostra vita. Ecco uno spaccato del nostro futuro, declinato in 10 elementi cardine che mostrano quale sarà la connessione tra uomo e tecnologia nel domani, e che riguardano tutti noi.

Ingegnosità

La chiave di lettura in questi anni è stata non arrendersi mai, chiedersi sempre fino a che punto un problema potesse essere risolto, dove si potesse arrivare con i miglioramenti. Sono le difficoltà a stimolare il nostro ingegno, con l’intento di superarle.

Essenzialità

La scienza e la tecnologia si reggono su una meravigliosa contraddizione: la realtà, all’apparenza complessa, non è altro che una somma di piccole cose semplici messe assieme. Scomporla vuol dire analizzarne ogni singolo dettaglio, per facilitarne la comprensione e arrivare all’essenziale. In futuro, infatti, continueremo a cercare l’essenza e l’essenzialità, e per farlo ricorreremo a tecniche sempre più sofisticate.

Multiculturalità

Un mondo che si fonda sulle differenze e sulle proprie specificità possiede un enorme tesoro: la possibilità di condividere le usanze, le culture e il sapere; senza l’esigenza di una cultura dominante, ma con la volontà di rispettare il patrimonio di ognuna. Il che ci porta alla prossima voce.

Integrazione

Le culture hanno già un valore intrinseco, che non può che rafforzarsi nel rapporto con le altre, anche le più diverse e le più distanti. In passato, spesso gli scambi culturali hanno generato una terza cultura, differente e più avanzata. Continuerà ad essere così, e la tecnologia non appiattirà le differenze; al contrario, renderà più agevole la comunicazione fra di esse.

Famiglia

Se il concetto di famiglia sta cambiando, se indica realtà diverse a seconda della cultura di riferimento, l’uomo in ogni lato del mondo vi associa la stessa idea rassicurante di primo spazio di relazione, di incubatrice della propria personalità, di protezione. In futuro, ovunque e qualunque sia la nostra famiglia, da lì partiremo per la nostra realizzazione personale, prima come individui e poi come professionisti.

Dinamismo

La realtà è il nostro contesto, ed è una realtà frenetica, in continuo divenire. In questa cornice, dovremo rimanere sempre propositivi, reattivi, rapidi, sempre equilibrati, ma sempre in grado di rimetterci in discussione, per non svegliarci un giorno in un mondo che è andato avanti senza di noi.

Passione

Un futuro in cui saremmo stati completamente sostituiti dalle macchine si è rivelato una previsione azzardata. Saremo sempre chiamati a muovere un passo, a fare una mossa, o quantomeno, a metterci la testa. Ecco perché la passione continuerà a essere fondamentale in qualunque cosa faremo; e quando ci verranno aperte porte che ancora non immaginiamo, fare un passo fuori dalla nostra comfort zone sarà naturale e legittimo, accompagnato dalla motivazione di scoprire nuovi orizzonti.

Design

La fisicità è sempre più importante in un mondo che tende ad azzerare i corpi, a rendere invisibili le componenti e a miniaturizzare congegni dalle possibilità enormi. Il design non è la moda di un secolo che si guarda allo specchio, ma la necessità di rendere l’estetica funzionale, carica di significato. Il design ci renderà sempre più sensibili, sempre più attenti al mondo in cui viviamo.

Leadership

Siamo cresciuti in un mondo popolatissimo, ricco di stimoli e di promesse, in una costante corsa mossa dall’ambizione. È naturale desiderare di essere fra i primi e temere che le proprie speranze siano disilluse. Il futuro che ci aspetta ci darà anche gli strumenti per darsi da fare e puntare al massimo della posta. Di nostro, dovremo avere il coraggio di prendere la guida.

Forza

E in ultima istanza, abbiamo dipinto un futuro meraviglioso e positivo, è vero, ma sappiamo bene che le difficoltà da superare saranno molte. L’abbiamo già detto, sono proprio queste le molle che ci spingono a migliorarci. Ma saper resistere, e restare in piedi, sarà vitale.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>