Ristrutturazioni: detrazioni fiscali del 50% fino a fine 2015

Ristrutturazioni: detrazioni fiscali del 50% fino a fine 2015

19%, 36%, 50%, 65%… È venuto il momento di fare un po’ d’ordine sulle detrazioni fiscali di cui è possibile beneficiare per gli interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica degli edifici. Restano infatti pochi mesi per godere delle agevolazioni valide fino al 31 dicembre 2015.

Per poter approfittare al più presto di tutti gli incentivi statali, proponiamo di seguito una guida sintetica ma esaustiva sui principali interventi per i quali è possibile godere del bonus fiscale.

Molti di questi riguardano il mondo Came. Dai sistemi di sicurezza e videosorveglianza alla videocitofonia e le automazioni per tende, cancelli e garage; grazie alle detrazioni fiscali oggi è possibile rinnovare i propri impianti, scegliendo la qualità delle soluzioni tecnologiche targate Came.

La detrazione
L’agevolazione per interventi di ristrutturazione edilizia è stata resa permanente dal 1° gennaio 2012 con il decreto legge n. 201/2011 che ha decretato al 36% l’ammontare della detrazione fiscale per le spese sostenute fino a un importo complessivo per unità immobiliare non superiore a 48.000 Euro.

La buona notizia è che il decreto legge n. 83/2012 ha elevato l’ammontare della detrazione fiscale al 50% e a 96.000 Euro l’importo massimo della spesa ammessa, effettuata tra il 26 giugno 2012 e il 30 giugno 2013. La Legge di Stabilità 2015 ha ulteriormente prorogato il beneficio, consentendo di usufruire dell’agevolazione fino al 31 dicembre 2015, che dal 1° gennaio 2016 tornerà invece alla misura ordinaria del 36% e con il limite dei 48.000 Euro.

I beneficiari
Possono usufruire del bonus – che opera sotto forma di detrazione dall’IRPEF – tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche, residenti o meno in Italia. Non solo i proprietari degli immobili, ma anche i titolari di diritti personali/reali di godimento sugli immobili. In altri termini, anche gli inquilini in affitto possono godere dell’agevolazione per gli interventi di ristrutturazione, purché ne sostengano le spese.

Gli interventi
Tra i numerosi interventi per cui è possibile beneficiare delle detrazioni fiscali del 50% (dalle opere di manutenzione ordinaria e straordinaria a quelle di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia, anche a seguito di eventi calamitosi), quelli che riguardano i prodotti Came sono:

  • gli interventi per la realizzazione di strumenti finalizzati a favorire la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di gravi handicap attraverso sistemi di comunicazione, robotica e tecnologie più avanzate come gli impianti domotici (art. 3.3 Legge n. 104/1992);
  • gli interventi per l’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio di compimento di atti illeciti da parte di terzi, come l’installazione di sistemi antintrusione e di videosorveglianza;
  • gli interventi di bonifica dall’amianto e di realizzazione di opere finalizzate a evitare gli infortuni domestici, come l’installazione di allarmi tecnici di rilevazione di gas;
  • l’acquisto di impianti videocitofonici, sistemi di sicurezza e automazioni per cancelli e garage nell’ambito di interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria.

Come usufruire dell’agevolazione
Negli ultimi anni gli adempimenti previsti per richiedere l’agevolazione sono stati semplificati e ridotti. È sufficiente infatti indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali che identificano l’immobile e conservare (ed esibire su richiesta degli uffici) documenti quali la comunicazione all’ASL, le fatture e le ricevute comprovanti le spese sostenute e dei bonifici di pagamento, oltre che le ricevute di pagamento dell’imposta comunale e le abilitazione amministrative richieste in base alla tipologia dei lavori da realizzare.

Ecobonus del 65%
Oltre alle detrazioni fiscali del 50% per le opere di ristrutturazione edilizia, è rimasto invariato per tutto il 2015 il cosiddetto ecobonus, vale a dire la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Tra le spese ammesse al beneficio figurano anche quelle per l’acquisto e la posa in opera di schermature solari come pergole e tende da sole.

Per approfondire
Scheda informativa – Agenzia delle Entrate
Guida in PDF – Agenzia delle Entrare

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>