Come risolvere le interferenze sui cancelli automatici

Come risolvere le interferenze sui cancelli automatici

Non riuscite ad aprire e chiudere il vostro cancello? Allora è possibile che siate alla prese con un’interferenza esterna di onde radio che disturba la frequenza di trasmissione del vostro radiocomando, impedendone il corretto funzionamento.

Si tratta di un fenomeno diffuso soprattutto nelle aree densamente abitate o condominiali, dove operano più dispositivi radio che lavorano sulla stessa frequenza e che, sovrapponendosi, possono creare delle fastidiose interferenze sui cancelli automatici. La frequenza più soggetta a questo tipo di disturbo è quella particolarmente affollata dei 433,92 MHz. Questa banda è infatti occupata da molti trasmettitori di uso quotidiano: radiocomandi per auto e per cancelli, estensori di telecomandi TV, antifurti wireless, senza contare le interferenze spesso causate dai ripetitori telefonici e la presenza in un cantiere di una gru a torre.

La soluzione ai problemi di interferenze sui cancelli automatici

La soluzione ai problemi di interferenza sull’apertura e chiusura dei cancelli automatici consiste nel cambiare la frequenza di trasmissione tra trasmettitore (il radiocomando) e ricevente (la scheda di frequenza dell’automazione), utilizzando un’altra banda meno affollata, la 868,35 MHz.

Per esempio, nel caso di un’interferenza esterna che disturba il comando di apertura o chiusura del cancello di un grande complesso condominiale, l’installatore dovrebbe prima sostituire la scheda di frequenza dell’automazione con una che riceve a 868,35 MHz, poi ritirare tutti i radiocomandi in uso, quindi sostituirli con quelli che trasmettono a quella nuova frequenza e riconfigurarli, con non pochi disagi per i condòmini.

Vista la crescita dei dispositivi radio nell’uso quotidiano e quindi dei rischi di interferenza, Came ha studiato una soluzione esclusiva che consente di risolvere in modo facile e veloce i disturbi di ricezione anche nei grandi contesti residenziali, aree industriali e commerciali.

Atomo D - CameSi tratta del radiocomando di ultima generazione Atomo D che, grazie a una tecnologia innovativa, è in grado di trasmettere contemporaneamente sia a 433,92 MHz che a 868,35 MHz. Con Atomo D, in caso di interferenza, l’installatore potrà risolvere il problema di ricezione in pochi istanti: non dovrà fare altro che sostituire la scheda di frequenza del cancello automatico da 433,92 MHz con una scheda che riceve a 868,35 MHz, senza sostituire tutti i radiocomandi in uso e creare inutili disagi.

In più, Atomo D moltiplica la comodità per l’utente in quanto consente di gestire con un solo radiocomando più automazioni a frequenza differente senza alcun settaggio per la selezione della frequenza. È dotato di una batteria con capacità doppia rispetto ai tradizionali radiocomandi e di segnalatore di batteria scarica.

Oltre a prevenire sgradevoli sorprese, come l’impossibilità di aprire o chiudere il cancello a causa di interferenze esterne, Atomo D garantisce una maggiore sicurezza, grazie alla tecnologia Rolling Code che impedisce eventuali tentativi di clonazione. I codici dinamici generati dal radiocomando, sono infatti determinati da un particolare algoritmo che, a ogni utilizzo, genera un codice sempre diverso: le probabilità di vincere alla lotteria sono molto più alte di quelle di riuscire a clonare Atomo D!

Per maggiori informazioni su come risolvere eventuali problemi di interferenze sui cancelli automatici con Atomo D consulta il tuo installatore di fiducia.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>